Sono ancora aperte alla ricerca di volontari le attività contrassegnate da e con titolo colorato

Le attività proposte:

2 13 22 14

2 | Leggiamo ad alta voce a bambini e ragazzi

Nati per Leggere

Il volontario, debitamente formato o disposto a farlo, si rende disponibile a svolgere le varie attività di sensibilizzazione sul tema della lettura precoce in famiglia, che è la mission fondamentale del programma nazionale Nati per Leggere. A titolo esemplificativo si possono citare: l’accoglienza in biblioteca ai genitori con bambini dai sei mesi ai sei anni, con contestuale spiegazione del programma; dimostrazioni pratiche sulla lettura in grembo rivolte ai genitori; orientamento sulla scelta dei libri in prestito; letture ad alta voce per piccoli gruppi di bambini in età prescolare. Iniziative di sensibilizzazione al di fuori della biblioteca, in altri luoghi pubblici.

Il programma nazionale Nati per Leggere rappresenta ormai un elemento fondamentale dell’offerta bibliotecaria, vista anche l’importanza, dimostrata scientificamente, dell’approccio al libro e alla lettura per i bambini a partire dai sei mesi di vita. I dati statistici ci dicono, purtroppo, che in Italia la lettura precoce ai bambini fatica ad affermarsi in famiglia, e quindi va potenziata l’attività di promozione al libro e alla lettura per i bambini in età 0-6 anni e per le loro famiglie. Da ormai tre anni la Provincia di Sondrio coordina le attività del programma sul suo territorio e organizza corsi per volontari Nati per Leggere, il cui compito è appunto quello di facilitare l’introduzione precoce in famiglia del libro e della lettura. Numerosi volontari sono stati formati all’importante compito. Tuttavia il riscontro tra la popolazione è scarso, le presenze in biblioteca di famiglie con bambini in fascia prescolare è ancora modesto, vanno potenziate le occasioni di incontro, puntando maggiormente al contatto diretto con i genitori in contesti “intimi” piuttosto che agli eventi caotici con alta partecipazione.

13 | Laboratori creativi e didattici per bambini

Animazione in biblioteca

I volontari organizzano in biblioteca laboratori creativi (bricolage, disegno e altro) per bambini, abbinati eventualmente ad una lettura ad alta voce.

Da molti anni lo spazio biblioteca, in relazione al cambiamento degli stili di fruizione della lettura, del consumo e della produzione culturale, è stato investito di un nuovo ruolo, più attivo e aperto al territorio. Si vuole puntare a fare della biblioteca un luogo di aggregazione e socializzazione, offendo alla comunità momenti stimolanti in questo senso, partendo dai destinatari intuitivamente più facili da coinvolgere: bambini e famiglie.  Si potranno quindi proporre anche i soli laboratori creativi, oppure altre attività che favoriscano la convivialità (feste).

14 | Orti e giardini: corsi, esperienze e semenze

Corso di orticultura naturale teorico/pratico e gestione orto sperimentale

Il corso si articola in un pomeriggio di lezione teorica e in un incontro al mese sul campo, dedicato alla gestione di un appezzamento di terreno. Si valuterà se coinvolgere uno o più migranti (richiedenti asilo ospitati nelle strutture convenzionate) come prestatori d’opera ed eventualmente come usufruttuari dei prodotti dell’orto. Un’altra modalità di usufrutto potrebbe essere quella di promuovere l’autoraccolta da parte di singoli, previo pagamento di una piccola somma alla Fondazione Culturale Montagna in Valtellina. Si pensa di prendere contatto con i Gruppi d’Acquisto Solidale della zona sia come bacino di corsisti che di “clienti” dei prodotti dell’orto.

La cultura locale si è sviluppata, a Montagna come in altri contesti simili in provincia di Sondrio, relazionandosi con le necessarie pratiche di “sussistenza” e non raramente di “sopravvivenza”, legate alla difficoltà di ottenere raccolto in condizioni climatiche e geomorfologiche spesso non ideali. L’agricoltura di montagna si è confrontata nel passato con il clima rigido e i terreni scoscesi e aridi della media montagna. Nel tempo si sono stratificati saperi e strategie colturali che hanno determinato la possibilità per le popolazioni di sussistere e prosperare nelle valli laterali del nostro territorio. Tali saperi (colture, trasformazione e conservazione degli alimenti) sono destinati nel tempo presente a disperdersi ed essere dimenticati, pur costituendo un tassello fondante della nostra cultura e della nostra psicologia di comunità. Preservare queste antiche conoscenze, ridare loro vita e riconnetterle con le dinamiche sociali attuali pare una vocazione utile e possibile per la Biblioteca di Montagna, chiamata per missione a conservare e diffondere la cultura del mondo (attraverso i libri) ma anche del proprio territorio, in maniera concreta e sperimentale vocata all’innovazione e allo scambio tra nuove e vecchie generazioni.

22 | Aiuto in biblioteca

Dai una mano alla tua biblioteca

Il volontario aiuta il bibliotecario nella collocazione e ricollocazione dei documenti scaffale, nella preparazione del documento (etichettatura e copertinatura) e nell’eventuale opera di riparazione. È inoltre previsto l’utilizzo del gestionale Clavis per operazioni sul documento. Il volontario potrà aiutare gli utenti nell’uso della postazione di autoprestito.

Con il coinvolgimento di alcuni volontari si potrebbe rendere la biblioteca più accogliente e ordinata.

Dove siamo

Via San Giorgio, 92/a, Montagna In Valtellina

Biblioteca di Montagna in Valtellina

Via San Giorgio, 92/a, Montagna In Valtellina, SO, Italia