Sono ancora aperte alla ricerca di volontari le attività contrassegnate da e con titolo colorato

Le attività proposte:

2 12 13 22

2 | Leggiamo ad alta voce a bambini e ragazzi

Nati per Leggere

Il volontario accoglie in biblioteca genitori e bambini di età compresa tra 0 e 6 anni e, a seconda dell’età dei partecipanti, decide quali libri e modalità di lettura proporre. Per i più piccoli ci si concentra essenzialmente sulla sensibilizzazione dei genitori, mentre con i bambini dai 15 mesi in su si può leggere una storia ad alta voce. Contestualmente, si forniscono ai genitori informazioni sul programma Nati per Leggere.

Il programma nazionale Nati per Leggere rappresenta  un elemento fondamentale dell’offerta bibliotecaria, vista anche l’importanza, dimostrata scientificamente, dell’approccio al libro e alla lettura per i bambini a partire dai sei mesi di vita. I dati statistici ci dicono, purtroppo, che in Italia la lettura precoce ai bambini fatica ad affermarsi in famiglia, e quindi va potenziata l’attività di promozione al libro e alla lettura per i bambini in età 0-6 anni e per le loro famiglie. Vanno potenziate le occasioni di incontro, puntando soprattutto al contatto diretto con i genitori in contesti “intimi” piuttosto che agli eventi caotici con alta partecipazione.

12 | Laboratori creativi per adulti

Riscoperta dei saperi artigianali

I volontari propongono una spiegazione e una dimostrazione pratica delle attività artigianali selezionate per un pubblico vario, in occasione di aperture del Museo etnografico di Ponte in Valtellina e di iniziative specifiche (conferenze, rievocazioni…).

Il Museo etnografico di Ponte in Valtellina si presenta come un’esposizione di arredi, oggetti e strumenti della civiltà contadina. Per permettere una fruizione più consapevole e coinvolgente dell’esposizione, si individuano e propongono le seguenti attività (elencate in ordine di priorità temporale): realizzazione di tappeti “pezzotti”; realizzazione di ceste in vimini; realizzazione di oggetti in legno intagliato. Le tre attività andrebbero a corredo e integrazione laboratoriale delle sezioni della tessitura (telaio funzionante per la produzione dei tappeti pezzotti), dei “trasporti” legati al lavoro nei campi (ceste e contenitori di legno e vimini intrecciati, “gèrla” e “campàsc”) e della falegnameria (banco di lavoro con relativi attrezzi).

13 | Laboratori creativi e didattici per bambini

Animazione in biblioteca

I volontari organizzano in biblioteca laboratori creativi (bricolage, disegno e altro) per bambini.

Da molti anni lo spazio biblioteca, in relazione al cambiamento degli stili di fruizione della lettura, del consumo e della produzione culturale, è stato investito di un nuovo ruolo, più attivo e aperto al territorio. Si vuole puntare a fare della biblioteca un luogo di aggregazione e socializzazione, offendo alla comunità momenti stimolanti in questo senso, partendo dai destinatari intuitivamente più facili da coinvolgere: bambini e famiglie. Le proposte non saranno necessariamente vincolate alla finalità della promozione della lettura in senso stretto, che invece sarà svolta dal bibliotecario in collaborazione con le Scuole (Infanzia e Primaria). Si potranno quindi proporre anche i soli laboratori creativi, oppure altre attività che favoriscano la convivialità (feste).

Riscoperta dei saperi artigianali

I volontari propongono una spiegazione e una dimostrazione pratica delle attività artigianali selezionate per un pubblico vario, in occasione di aperture del Museo etnografico di Ponte in Valtellina e di iniziative specifiche (conferenze, rievocazioni…).

Il Museo etnografico di Ponte in Valtellina si presenta come un’esposizione di arredi, oggetti e strumenti della civiltà contadina. Per permettere una fruizione più consapevole e coinvolgente dell’esposizione, si individuano e propongono le seguenti attività (elencate in ordine di priorità temporale): realizzazione di tappeti “pezzotti”; realizzazione di ceste in vimini; realizzazione di oggetti in legno intagliato. Le tre attività andrebbero a corredo e integrazione laboratoriale delle sezioni della tessitura (telaio funzionante per la produzione dei tappeti pezzotti), dei “trasporti” legati al lavoro nei campi (ceste e contenitori di legno e vimini intrecciati, “gèrla” e “campàsc”) e della falegnameria (banco di lavoro con relativi attrezzi).

22 | Aiuto in biblioteca

Dai una mano in biblioteca

Il volontario aiuta il bibliotecario nella collocazione e ricollocazione dei documenti scaffale, nella preparazione del documento (etichettatura e copertinatura) e nell’eventuale opera di riparazione. È inoltre previsto l’utilizzo del gestionale Clavis per operazioni sul documento. Il volontario potrà aiutare gli utenti nell’uso della postazione di autoprestito.

La biblioteca ha costante bisogno di manutenzione e di riordino degli spazi, il che non è facilmente garantito dal solo lavoro del bibliotecario.

Dove siamo

piazza Libero Della Briotta, 1 Ponte in Valtellina

Biblioteca di Ponte in Valtellina

piazza Libero Della Briotta, 1 Ponte in Valtellina