Sono ancora aperte alla ricerca di volontari le attività contrassegnate da e con titolo colorato

Le attività proposte:

12 13 14 16 21

 12 | Laboratori creativi per adulti

Saper fare

I volontari che hanno qualsiasi tipo di competenza artigianale legata alle attività artigianali del passato o alla produzione di oggetti artigianali possono mettersi a disposizione per tenere dei laboratori nel corso dei quali trasmettere la propria capacità.

L’idea nasce dalla richiesta dei fruitori del museo di cimentarsi in attività artigianali del passato e di apprendere sempre maggiori competenze artistiche e artigianali.

13 | Laboratori creativi e didattici per bambini

Impara l’arte

L’attività tipicamente femminile consiste nell’insegnare ai bambini lavori manuali fatti con filo e tela. Quelle tipicamente maschili prevedono l’insegnamento dell’intreccio dei rami di salice per ottenere cesti, l’intreccio del filo di ferro per ottenere oggetti d’arredo, e l’uso del seghetto “traforo” per costruire piccoli oggetti di legno. Seppure un tempo le attività fossero strettamente suddivise in maschili e femminili, oggi i bambini di entrambi i sessi possono approcciarsi indifferentemente all’una o altra attività.

Il progetto intende soddisfare una richiesta specifica, ossia quella di insegnare ai bambini le attività manuali che un tempo, tradizionalmente, venivano apprese in famiglia e che ora si vanno perdendo. Si tratta di attività manuali che, oltre a fornire competenze tecniche precise, favoriscono lo sviluppo della fantasia e della creatività.

14 | Orti e giardini: corsi, esperienze e semenze.

Giardiniere a palazzo

L’attività consiste nel prendersi cura del giardino storico di Palazzo De Simoni.
Oltre alla cura delle piante e dei fiori, si richiede la cura del settore delle piante aromatiche tipiche del bormiese. Fondamentale è anche la coltivazione delle aiuole dedicate al lino, alla segale e al grano saraceno, utilizzati anche per scopi didattici.

Il progetto intende ridare lustro al giardino storico di palazzo De Simoni, sempre aperto al pubblico, perché tutti ne possano godere.

16. Testimonianze e tradizioni: raccolta e archivio

Scripta manent

Il progetto consiste nella raccolta di informazioni orali, aneddoti di vita quotidiana, agricola, artigianale e tradizionale locale. I volontari dovranno recarsi dagli anziani e farsi raccontare le loro esperienze di vita e lavoro. Il materiale raccolto, diviso nei diversi settori di competenza, dovrà essere archiviato in forma cartacea e digitale, audio o video.

Il progetto intende soddisfare l’esigenza di non perdere la memoria delle attività agro-silvo-pastorali, artigianali, quotidiane, di vita sociale e religiosa del territorio del bormiese e di disporre del maggior numero dei dati orali.

Alla ricerca delle immagini del passato

Il progetto mira alla raccolta di vecchie fotografie, disegni, dipinti, articoli di giornale, che hanno per soggetto Bormio e le sue valli. Scopo del progetto è quello di creare un archivio di immagini e testimonianze fotografiche a rischio di estinzione.

L’attività è di massima importanza per la raccolta dei dati storici locali.

21 | Visite guidate nel territorio

Cicerone nelle chiese di Bormio

L’attività consiste nel presentare agli utenti la storia del monumento e descrivere le opere artistiche che conserva.

L’attività intende promuovere e valorizzare il patrimonio storico ed artistico delle chiese locali, scarsamente conosciuto, e dare risposta alle richieste di visita, soprattutto dei turisti.

Dove siamo

Via Buon Consiglio, 25, Bormio

Museo Civico di Bormio

Via Buon Consiglio, 25, Bormio, SO, Italia